Proroga di iper ammortamento “variabile” agli investimenti privati in beni strumentali e mini Ires

Legge di Bilancio 2019: proroga ammortamento e mini Ires

06.03.2019

La Legge di Bilancio 2019, entrata in vigore il 1° gennaio, prevede importanti novità per le aziende italiane. E’ prevista infatti la proroga di una delle misure di incentivazione passate e rimodulazione della disciplina di maggiorazione dell’ammortamento (iper ammortamento).

La maggiorazione del costo riguarda l’acquisizione per gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale delle aziende, sulla base del modello Industria 4.0 (vedi allegato A per la tipologia dei beni agevolabili e caratteristiche).

  • Gli investimenti agevolabili devono essere effettuati entro il 31 dicembre 2019, ovvero entro il 31 dicembre 2020 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2019 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Nella Legge di Bilancio 2019 a differenza dei quella del 2018 (con maggiorazione a costo unica-150%), la maggiorazione ha un’intensità variabile, ovvero:

  • 170% per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro;

  • 100% per gli investimenti oltre 2,5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro;

  • 50% per gli investimenti oltre 10 milioni di euro e fino a 20 milioni di euro.

Mentre la maggiorazione non si applica sulla parte di investimenti complessivi superiore di 20 milioni di euro.

E’ stata anche confermata la maggiorazione del 40% per gli investimenti in beni immateriali (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni) connessi a investimenti in beni materiali Industria 4.0 (di cui all’allegato B della legge 232/2016) per i soggetti che fruiscono dell’iper ammortamento.

Per maggiori informazioni consulta la pagina di guida e fisco.

Mini Ires

Nella legge di Bilancio 2019, c’è stata anche l’introduzione della cosiddetta mini Ires (art.1 commi 28-34): una riduzione di 9 punti percentuali (dal 24 al 15%) sugli utili  accantonati a riserve diverse da quelle di utili non disponibili destinati alla realizzazione di nuovi impianti e quindi a suo ammodernamento.

La mini Ires è rivolta a tutte quelle imprese che investono in macchinari/beni strumentali materiali nuovi e che incrementano l’occupazione (assunto con contratto di lavoro a tempo determinato o indeterminato). La Mini Ires è una misura strutturale che non necessita di rinnovi annuali e consente quindi un’adeguata programmazione degli investimenti.

 

Già nel 2018, Il 56,9% delle imprese 4.0 dichiara di aver utilizzato almeno una misura agevolativa di sostegno pubblico rispetto al 22,7% delle analoghe imprese non impegnate nelle tecnologie in esame.

Le imprese hanno utilizzato in larga prevalenza il superammoramento e l’iper-ammortamento (36,8% nel caso delle imprese 4.0 e 12,8% tra le imprese tradizionali) che erano previste nella legge di Bilancio del 2018.

Approfitta delle misure di incentivazione previste nella Legge di Bilancio, anche nel 2019 è un’occasione effettuare investimenti in robot e macchinari produttivi.

Visita la pagina di prodotti della Solving Italia e conosci le soluzioni di alta tecnologia per l’automazione nella movimentazione di carichi pesanti nei processi industriali come AGV (vedi riferimento “macchine, anche motrici e operatrici, strumenti e dispositivi per il carico/scarico, movimentazione, pesatura e/o […] dispositivi di sollevamento e manipolazione automatizzati, AGV e sistemi di convogliamento e movimentazione flessibili”, allegato A della legge di Bilancio del 2017).

Per maggiori informazioni Contatta  la nostra sede in Italia e saremo lieti di assisterVi. Per le vostre necessità di movimentazione, la Solving propone soluzioni su misura, efficaci e sicure.