Proroga di iper ammortamento “variabile”

Legge di Bilancio 2019: proroga ammortamento e mini Ires

06.03.2019

La Legge di Bilancio 2019, entrata in vigore il 1° gennaio, prevede importanti novità per le aziende italiane. E’ prevista infatti la proroga di una delle misure di incentivazione passate e rimodulazione della disciplina di maggiorazione dell’ammortamento (iper ammortamento).

La maggiorazione del costo riguarda l’acquisizione per gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale delle aziende, sulla base del modello Industria 4.0 (vedi allegato A per la tipologia dei beni agevolabili e caratteristiche).

  • Gli investimenti agevolabili devono essere effettuati entro il 31 dicembre 2019. Ovvero entro il 31 dicembre 2020 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2019 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

Nella Legge di Bilancio 2019 a differenza dei quella del 2018 (con maggiorazione a costo unica-150%), la maggiorazione ha un’intensità variabile. Ovvero:

  • 170% per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro;

  • 100% per gli investimenti oltre 2,5 milioni di euro e fino a 10 milioni di euro;

  • 50% per gli investimenti oltre 10 milioni di euro e fino a 20 milioni di euro.

Mentre la maggiorazione non si applica sulla parte di investimenti complessivi superiore di 20 milioni di euro.

E’ stata anche confermata la maggiorazione del 40% per gli investimenti in beni immateriali (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni) connessi a investimenti in beni materiali Industria 4.0 (di cui all’allegato B della legge 232/2016) per i soggetti che fruiscono dell’iper ammortamento.

Per maggiori informazioni consulta la pagina di guida e fisco.

Mini Ires

Nella legge di Bilancio 2019, c’è stata anche l’introduzione della cosiddetta mini Ires (art.1 commi 28-34). Una riduzione di 9 punti percentuali (dal 24 al 15%) sugli utili accantonati a riserve diverse da quelle di utili non disponibili destinati alla realizzazione di nuovi impianti e quindi a suo ammodernamento.

La mini Ires è rivolta a tutte quelle imprese che investono in macchinari/beni strumentali materiali nuovi e che incrementano l’occupazione (assunto con contratto di lavoro a tempo determinato o indeterminato). La Mini Ires è una misura strutturale che non necessita di rinnovi annuali e consente quindi un’adeguata programmazione degli investimenti.

 

Già nel 2018, Il 56,9% delle imprese 4.0 dichiara di aver utilizzato almeno una misura agevolativa di sostegno pubblico rispetto al 22,7% delle analoghe imprese non impegnate nelle tecnologie in esame.

Le imprese hanno utilizzato in larga prevalenza il superammoramento e l’iper-ammortamento (36,8% nel caso delle imprese 4.0 e 12,8% tra le imprese tradizionali) che erano previste nella legge di Bilancio del 2018.

Approfitta delle misure di incentivazione previste nella Legge di Bilancio, anche nel 2019 è un’occasione effettuare investimenti in robot e macchinari produttivi.

Visita la pagina di prodotti della Solving Italia. Scopri le soluzioni di alta tecnologia per l’automazione nella movimentazione di carichi pesanti nei processi industriali. Come ad esempio AGV (vedi riferimento “macchine, anche motrici e operatrici, strumenti e dispositivi per il carico/scarico, movimentazione, pesatura e/o […] dispositivi di sollevamento e manipolazione automatizzati, AGV e sistemi di convogliamento e movimentazione flessibili”, allegato A della legge di Bilancio del 2017).

Per maggiori informazioni contatta la nostra sede in Italia e saremo lieti di assisterti.
Per necessità di movimentazione, la Solving propone soluzioni su misura, efficaci e sicure.